Era ormai il lontano Aprile quando Google in collaborazione con Asus annuncio Chromebit, il primo dongle HDMI di Google con a bordo Chrome OS, in grado di collegarsi con qualunque TV o monitor e permettere la fruizione del sistema operativo di Google. Oggi Chromebit è stata finalmente lanciata sul mercato.

Chromebit con Chrome OS

Chromebit con Chrome OS

Come detto Chromebit è un progetto Google in collaborazione con Asus e prevede l’utilizzo della tecnologia HDMI e di una chiavetta al cui interno troviamo un processore quad-core Rockchip 3288 ARM Cortex-A17 con GPU Mali 760, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria eMMC, Wi-Fi 802.11ac, 1 porta USB e la connettività Bluetooth 4.0. Infine proprio come la Chromecast, anche Chromebit è dotata di un alimentatore dedicato.

Nonostante la scheda tecnica di Chromebit non risulti eclatante, sappiamo bene come il sistema operativo Chrome OS giri in maniera ottima anche su hardware poco potenti come quelli montati sulla maggior parte dei Chromebook in commercio. L’obiettivo di Chromebit non è infatti quello di sostituire un PC ma di fornire un’alternativa piccola e smart per avere sempre a disposizione, anche durante i viaggi, la possibilità di avere un browser web e di usare le web app di Chrome OS anche mentre siete in Hotel.

Chromebit-avrmagazine-3

Al momento il dongle Chromebit è disponibile al prezzo di 85 dollari tramite rivenditori online come Amazon, Fry’s Electronic e Newegg  in due colorazioni la prima chiamata “Cacao Black” e la seconda “Tangerine Orange”. I paesi in cui è possibile acquistare Chromebit al momento sono Australia, Canada, Danimarca, Finlandia, Giappone, Nuova Zelanda, Norvegia, Spagna, Svezia, Taiwan e Regno Unito mentre purtroppo non si hanno informazioni al momento su un possibile arrivo in Italia.