RealVision è un’azienda italiana che ha progettato una speciale tecnologia, per la visualizzazione di contenuti 3D senza l’utilizzo degli occhiali polarizzati.

Tablet

Come riportato nel comunicato ufficiale, i sistemi per la realtà aumentata possono spesso causare problemi alla vista, sopratutto in soggetti sensibili.

3D RealVision produce quindi un’esperienza visiva realistica priva di artifizi, permettendo l’utilizzo della realtà aumentata in ambienti casalinghi o professionali, senza l’utilizzo di accessori e senza causare fastidi agli occhi.

Daniele De Molli e Sabino Pisani hanno presentato i primo prototipi di display con tecnologia 3D Realvision in Australia, USA, Emirati Arabi e in Europa, ricevendo riscontri positivi. Hanno inoltre dimostrato l’adattabilità della tecnologia, perfetta in ogni situazione, dagli smartphone da 5,5″ ai grandi pannelli da 65″.

RealVision_segments

Certificato per uso professionale e diagnostico, il sistema soddisfa i requisiti delle principali norme di riferimento internazionali. Quindi può essere facilmente implementato all’interno di attrezzature professionali, grazie anche al software brevettato KIWIE 3D RealVision, compatibile con i maggiori linguaggi di programmazione.

Il software permette inoltre la connessione simultanea, tramite tecnologia Wi-Fi, di diversi dispositivi (telescopi, microscopi o telecamere 3D), in modo da permettere la creazione di infrastrutture senza fili, utili sopratutto nei laboratori o in campo medico.

L’elevata compatibilità e l’indubbia innovazione tecnologica sviluppata da RealVision, grazie anche ai cinque brevetti di invenzione già WIPO, apre all’applicazione del 3D in molti settori: medicale, aerospaziale, navale,industriale, ludico, pubblicitario, progettuale, geodetico e ovunque vi sia la necessità di una Visione naturale e di impatto realistico.

La tecnologia è in corso di sviluppo, non abbiamo quindi dettagli precisi sulla sua adozione in futuri dispositivi.