L’app messaggistica giapponese Line ha lanciato un suo servizio di streaming musicale per il mercato nipponico, aggiungendo un altro ostacolo al malcelato obiettivo di Apple Music di arrivare a monopolizzare il l’offerta musicale mondiale.

line music applicazioni per android avrmagazine

Line Music risulta essere disponibile sia su Android sia su iOS e offre una prova gratuita di due mesi, per poi fissare il costo mensile dell’abbonamento a 1000 yen, ossia a poco meno di otto euro e offrendo, in alternativa, una versione più economica a metà prezzo, con la possibilità di avere a disposizione venti ore di ascolto mensili.

Per ora il numero di brani disponibili è molto inferiore ai servizi concorrenti, attestandosi infatti attorno al milione e mezzo di canzoni.

Tuttavia la disponibilità di pezzi è destinata a crescere: entro la fine dell’anno Line Music conta di arrivare a 5 milioni di brani, per poi raggiungere la considerevole cifra di 26 milioni di canzoni entro la fine del 2016.

Il servizio per ora è soltanto disponibile in Giappone e in Thailandia, dove era stato lanciato sperimentalmente già durante il mese di maggio, e unicamente su dispositivi mobili, ma l’azienda ha dichiarato di volerlo presto espandere anche su desktop.

line music applicazioni per android avrmagazine

Fino a oggi in Giappone questioni di copyright e la tradizionale attitudine dei consumatori, ancora molto legati all’oggetto discografico, tanto nella forma cd quanto nella rediviva forma del vinile, hanno impedito la penetrazione dei servizi stranieri di streaming.

Si pensi che, in tutto il 2014, i ricavi portati da abbonamenti a Spotify e ad altri servizi musicali ha raggiunto la miserrima cifra di 5 milioni di yen, ossia circa 40000 euro.

La comparsa di Line Music potrebbe comportare una grande svolta: infatti la casa madre, Line, ha solo in Giappone circa 58 milioni di iscritti. Il servizio è gestito  in partnership con Sony Music e Universal Music sta per unirsi nell’impresa.

line music applicazioni per android avrmagazine

Se la compagnia gioca bene le proprie carte potrebbe riportare con successo la situazione del mercato musicale giapponese in linea con quello mondiale. Non sono previste espansioni su mercati non asiatici per il momento, ma Line, comunque, è presente in tutto il mondo e non è detto che in futuro non intenda tentare.