Dopo la svolta avuta con l’Acer e3-111, ecco che anche Asus propone il suo Anti-Chromebook all’ IFA di Berlino.

asus-eeebook-x205-1_avrmagazine

Asus EeeBook X205, che si fa notare piú del prestigioso Zenbook, si propone all’utente comune che non ha bisogno di prestazioni da capogiro e finiture da red carpet. Non é un drago, ma a 199 euro per un prodotto con schermo da 11,6 pollici e Windows 8.1 che promette 12 ore di autonomia, non si puó chiedere di piú.

Ecco quindi che l’EeBook X205, si pone contro il mondo dei 2in1, i cui prezzi faticano a scendere e soprattutto contro i Chromebook che facevano dell’autonomia e del prezzo basso i porta-bandiera. Non solo ma questo gioiellino Asus offre anche piú spazio di archiviazione rispetto ai 16 GB standard made-in-Google, con memorie da 32 o 64 Gb, a cui vanno sommati 100Gb su One Drive e 500GB su Asus WebStorage.

asus-eeebook-x205-avrmagazine

La differenza con i Chromebook sta proprio nel poter usufruire dell’ecosistema Windows 8.1 che comprende i vecchi e classici programmi .exe e soprattutto le nuove app del MarketPlace, (Anche perché per avere le App e i servizi Google nei PC  di Redmond basta istallare il browser Chrome), senza bisogno di specificare che se si parla sicurezza e quant’altro,  su un qualsiasi notebook basta istallare Ubuntu, ma senza sforzi.

eeebook-x205_1_avrmagazine

La configurazione del EeBook X205 comprende un processore quad-core Atom Z3735 a 1.86 GHz, affiancato da 2 GB di memoria RAM (mi aspetto anche altre configurazioni con 4GB come per l’E3-111 di Acer). Lo schermo ha una risoluzione di 1366 x 768 pixel e la connettività é costituita da una microSD, 2 porte USB 2.0 (a mio parere una 3.0 é dovuta, vorrei aver letto male), l’uscita video micro HDMI, Wi-Fi e Bluetooth.

Quale sará la prossima mossa di Google?