Nokia potrà anche avere venduto a Microsoft il settore telefonico della sua impresa, ma questo fatto non le impedirà di ritornare ai vecchi trascorsi.

Nokia dispostivi android avrmagazine

Nel corso di un’intervista rilasciata alla rivista finanziaria tedesca Manager Magazin l’amministratore delegato di Nokia Rajeev Suri ha dichiarato che l’azienda sta considerando di tornare alla telefonia cellulare.

Cercheremo partner adeguati. Microsoft produce dispositivi mobili. Noi vorremmo semplicemente progettarli e poi rendere disponibile il proprio nome in licenza.

Al momento Nokia non è autorizzata a impiegare il proprio marchio fino all’ottobre del 2016 ed è evidente che l’azienda finlandese ha tutte le intenzioni di concedere semplicemente il suo nome piuttosto di produrre i telefoni da sé.

Questo è esattamente quello che Nokia ha fatto con il suo tablet N1, su cui è installato Android, ed è quasi sicuro che i telefoni firmati dall’azienda finlandese saranno smartphone del robottino verde.

Nokia, quindi, stringerà un accordo di partnership con un produttore di telefoni e si limiterà a firmare l’hardware del dispositivo.

Nokia N1 dispostivi android avrmagazine

Si trattta di una strategia molto simile a quella portata avanti da Polaroid e l’azienda finlandese probabilmente si impegnerà a concedere in licenza il proprio marchio, nei modi e nei tempi opportuni, per un determinato numero di modelli nel corso dei prossimi anni.

La manifestazione di queste intenzioni arriva il giorno immediatamente successivo alla notizia data da Microsoft dell’uscita di scena di Stephen Elop, in precedenza amministratore delegato di Nokia e successivamente responsabile dei dispositivi Lumia.

Microsoft sta chiaramente eliminando tutti i legami che il proprio settore telefonico ancora manteneva con la passata proprietà europea.

A maggior ragione la casa di Redmond appare del tutto intenzionata a fondere in un’unica unità produttiva la propria divisione telefonica con gli altri dipartimenti di Windows.