Microsoft aveva promesso di lanciare Windows 10 durante la prossima estate, in queste ore la casa di Redmond ha rivelato la data esatta: il 29 luglio.

windows10-avrmagazine

La dichiarazione ufficiale è arrivata alcune settimane dopo che l’amministratrice delegata di AMD Lisa Su ha rivelato che Microsoft avrebbe effettuato il lancio intorno alla fine di luglio.

La determinazione di Microsoft nel scegliere una data così vicina significa che l’azienda sta cercando di rendere operative le ultime funzionalità di Windows 10 nel più breve tempo possibile.

Le recenti build di anteprima del sistema operativo hanno ancora introdotto modifiche alle funzionalità e sono state ancora afflitte da numerosi problemi e anomalie.

Da questo momento Microsoft ha meno di due mesi per risolvere tutti questi inconvenienti prima di svelare Windows 10 al mondo intero.

windows10-avrmagazine

Tutto ciò sembrerebbe abbastanza preoccupante visto lo stato attuale del sistema operativo, senonché le ultimissime build appaiono più stabili, segno del fatto che Microsoft sta facendo progressi.

Parecchie nuove funzionalità sono parte del sistema universale di Windows App e possono essere facilmente aggiornate anche prima che molti clienti acquistino nuove macchine con Windows 10.

Microsoft ha anche l’opzione di rilasciare direttamente patch del sistema operativo prima e dopo la sua uscita.

Lo stesso Windows 8 fu lanciato con un grande aggiornamento fornito il primo giorno, seguito da diversi aggiornamenti per le app e pare proprio che con Windows 10 debba accadere la stessa cosa.

windows10-avrmagazine

L’icona della notifica di aggiornamento è già apparsa dal primo giugno nella barra delle applicazioni di milioni di PC in tutto il mondo.

Dopo avere aperto la notifica sarà possibile prenotare, ed eventualmente disdire, l’aggiornamento. Quando l’aggiornamento sarà disponibile sarà scaricato gratuitamente e potrà essere installato entro un anno.

Altre indicazioni fornite dalla notifica riguardano i miglioramenti inserito in Windows 10, come il ritorno del menu start, l’introduzione del nuovo browser Edge e dell’assistente Cortana.