La popolare fondazione Raspberry ha lanciato sul mercato una nuova dev board davvero molto economica basata sulla prima versione della Raspberry Pi. Stiamo parlando della nuova Raspberry Pi Zero che per il momento è disponibile in UK e in USA al prezzo irrisorio di 5 dollari.

raspberry-pi-zero-avrmagazine-2

Raspberry Pi Zero

La nuova Raspberry Pi Zero è equipaggiata con un processore Broadcom BCM2835 da 1GHz e architettura ARM11, GPU Videocore IV, 512 MB di RAM, uno slot per la memoria Micro SD, una porta mini-HDMI con supporto 1080p a 60 frame al secondo, alimentazione tramite microUSB a 5V e una porta microUSB aggiuntiva per il passaggio di dati e il collegamento con periferiche esterne.

Inoltre la scheda integra 40 PIN GPIO per varie espansioni, 4 PIN per aggiungere un’uscita analogia coassiale e un pulsante di reset. Tutto questo è contenuto in una scheda dalla irrisorie dimensioni  di 65 x 30 x 5 mm,  inferiori persino a quelle di una comune carta di credito. Nonostante le dimensioni contenute la nuova Raspberry Pi Zero è in grado di offrire prestazioni del 40% superiori rispetto al primo modello di Raspberry Pi.

La Raspberry Pi Zero è compatibile con Raspbian, la versione di Linux ottimizzata per Raspberry Pi e applicazioni come Scratch, Minecraft e Sonic Pi. Se possedete già una Raspberry Pi vi consigliamo di configurare la micro SD sulla vostra scheda prima di installarla sulla Pi Zero per una maggiore comodità, vista anche l’assenza di una porta USB standard o di una porta ethernet. Per ovviare a questa mancanza, necessaria per contenere le dimensioni al minimo, è consigliato l’acquisto di un hub usb alimentato fornito di ingresso ethernet.

raspberry-pi-zero-avrmagazine-3

La nuova Raspberry Pi Zero è già disponibile all’acquisto in UK e negli Stati Uniti all’irrisorio prezzo di 5 dollari. In UK è stata perfino inclusa nel nuovo numero della rivista MagPi. Purtroppo non ci sono informazioni circa l’arrivo nei circuiti italiani in maniera ufficiale, mentre l’acquisto direttamente dall’Inghilterra non è al momento consigliato a causa dell’alto costo di spedizione proposto da diversi siti.