Parrot annuncia la seconda generazione di mini droni, dispositivi pensati per offrire un’esperienza ludica unica su terra, aria e acqua a prezzi non eccessivi.

Parrot drones 2015 avrmagazine 2

Il vasto catalogo di modelli include infatti droni di ogni genere, controllabili via Wi-Fi (2,4 GHz o 5 GHz), con le apposite applicazioni per dispositivi iOS e Android.

Rispetto ai modelli passati, quest’ultimi sono dotati di fotocamera grandangolare, sincronizzata sul momento con lo schermo del dispositivo, capace di registrare video o scattare foto da archiviare nella memoria flash da 4 Gb.

Alcuni modelli possono emettere suoni in base alla loro posizione e all’attività svolta, come se fossero piccoli robot, mentre sfruttano il microfono per catturare i suoni ambientali durante la corsa. Come i Jumping Drones, capaci di viaggiare a 13 chilometri orari e di spiccare salti di 80 centimetri in altezza o il Jumping Night, dotato di una luce LED per le attività notturne e di una batteria che garantisce 20 minuti di attività.

Parrot drones 2015 avrmagazine 1

Gli Airbone Parrot sono, invece, droni che possono decollare in qualsiasi ambiente, all’interno o all’esterno, grazie alla resistente scocca in nylon che consente loro una buona tenuta anche in caso di piccoli incidenti.

Parrot drones 2015 avrmagazine 3

Questa categoria include anche modelli dotati di accelerometro a 3 assi, giroscopio, sensore a ultrasuoni e fotocamera. Alcuni modelli montano LED e ganci per il trasporto di piccoli pesi, mentre la ricarica di 25 minuti ne garantisce 9 durante il volo.

Il catalogo include inoltre i nuovi modelli Parrot Hydrofoil, droni che possono sfrecciare sull’acqua per mezzo di una struttura simile a un galleggiante e di un piccolo propulsore per la spinta.

Il prezzo varia dai 99 a 199 euro in base alle caratteristiche.