Windows 8.1 with Bing, l’anti Chromebook secondo Windows; le nostre impressioni.

windows-8.1-with-Bing-avrmagazine

Con il recente avvento (da un’anno a questa parte) dei Chromebook, che a differenza delle prime versioni, offrono prestazioni notevoli e sopratutto batterie con autonomia di almeno 8 ore, Microsoft ha rivalutato le sue strategie di mercato, proponendo Windows 8.1 with Bing che di fatto é gratuito, ed unito agli ultimi processori a basso costo (e basso consumo) Bay Trail di Intel, permette all’utente standard di poter scegliere tra ottimi NetBook da 11,6 pollici proposti dai vari OEM.

Di fatto i chromebook hanno un prezzo accessibile, sono veloci, stabili e privi di virus, e se comprati con processori x86_64, permettono anche di essere “sfruttati a pieno” con Ubuntu o altre distro Linux; istallabili non solo con Chrubuntu o Crouton, ma anche da Live USB, grazie al recente (ed in via di sviluppo) Kernel 3.17, che supporterá a pieno l’hardware (piú in specifico il Trackpad) dei Chromebook, con a capo il c720 di Acer, campione di vendite e prestazioni, ma ovviamente c’é solo da aspettarsi il completo supporto dei futuri prodotti, piattaforma ARM a parte. chromebook2_avrmagazine Resta comunque il fatto di dover sbattere la testa per avere Linux e chi si senté limitato da un OS che di fatto é un Browser, fin orá ha avuto poco da fare se non spendere di piú per avere un prodotto completo (si parla ovviamente di esigenze personali); ad oggi quindi se c’é un merito che va attribuito ai Chromebook é proprio di aver fatto abbassare i prezzi.