Alibaba, il colosso cinese del commercio online, ha annunciato ieri, 29 luglio, di aver intenzione di investire un miliardo di dollari nell’àmbito del cloud computing con lo spin-off Aliyun.

Aliyun

Aliyun

Con questa mossa il gigante di Hangzhou si pone in decisa competizione con Amazon, che finora è stato il leader incontrastato del mercato globale del cloud computing, che secondo gli analisti vale almeno 20 miliardi di dollari.

In un comunicato stampa Alibaba ha dichiarato che l’investimento ha lo scopo di sviluppare nuovi data center di Aliyun in Medio Oriente, Singapore, Giappone ed Europa. L’azienda sta anche pianificando si stringere partnership di affari con alcune fra le compagnie telefoniche e le imprese tecnologiche operanti in quelle regioni.

Sebbene Alibaba e Amazon abbiano finora evitato il diretto confronto nel proprio core business del commercio elettronico, l’espansione internazionale di Aliyun si pone in evidente competizione con gli Amazon Web Services (AWS), un settore sempre più redditizio e strategico nelle politiche aziendali della casa di Seattle.

Alibaba

La scorsa settimana le azioni di Amazon si sono impennate grazie a un resoconto interno che segnalava un aumento dell’81% delle entrate per AWS, che archivia, fra gli altri, i dati di clienti come Netflix ed Airbnb.

Simon Hu, presidente di Aliyun e già direttore del settore di microfinanziario di Alibaba, ha dichiarato in un’intervista che, se nei suoi primi sei anni di attività Aliyun si è concentrata sul mercato cinese, ora ha raggiunto la maturità tecnologica per poter sfidare i big player statunitensi del mercato cloud come AWS, Microsoft e IBM.

Il nostro obiettivo è quello di goal is to sopravanzare Amazon nel giro di quattro anni, in àmbito sia finanziario che tecnologico su scala globale. Amazon, Microsoft e altri hanno ci hanno già preparato il terreno sensibilizzando il mercato europeo e quello statunitense del cloud computing, per questo motivo abbiamo una ragione ancora più valida per scendere in campo.

AWS-avrmagazine

Aliyun, espandendosi, si troverà comunque ad affrontare una dura competizione con alcune fra le più importanti aziende tecnologiche. Nel 2014 Amazon guidava il mercato globale delle infrastrutture cloud con il 28 per cento dellq quote, seguita da Microsoft, IBM e Google con, rispettivamente, il 10, il 7 e  il 5 per cento.

Dopo che l’anno scorso Amazon ha fatto tentato un ingresso limitato sul mercato cinese, dove i tassi di utilizzo del cloud da parte delle imprese sono molto più bassi rispetto a quelli del resto del mondo, lo scorso mese di  marzo Aliyun ha aperto un data center nella Silicon Valley per servire i suoi clienti negli USA.

Sebbene Amazon conti fra il suo milione di committenti cinesi alcune delle più grandi aziende della rete, Aliyun sostiene di aver raggiunto un milione e quattrocentomila di clienti, che costituisce oltre il 20 per cento delle quote di mercato in Cina, soprattutto grazie agli innumerevoli venditori cinesi che sono ospitati su Alibaba e che si appoggiano ai servizi del suo spin-off informatico.

Yonyou-avrmagazine

Fra le altre dichiarazioni fatte oggi da Aliyun risalta quella della partnership con il provider di software Yonyou per offrire ai suoi clienti servizi di infrastruttura del cloud. Hu ha poi aggiunto che la collaborazione aiuterà a promuovere l’adozione dei servizi cloud in Cina, che è destinata ad aumentare progressivamente anche grazie alle campagne messe in atto dal governo cinese per la digitalizzazione dell’industria nazionale.

Fonte | Wall Street Journal