Mindnote, considerata una delle migliori soluzioni per la creazione di mappe concettuali e diagrammi ad albero, introduce*molte novità nella build 2.0 per Mac. Personalmente*non utilizzo molto questi software, ma quando ho la necessità di organizzare il lavoro o di creare un programma organico con tappe e questioni da affrontare preferisco*affidarmi a soluzioni complete ma semplici […]
Mindnote, considerata una delle migliori soluzioni per la creazione di mappe concettuali e diagrammi ad albero, introduce*molte novità nella build 2.0 per [Contenuto visibile solo agli utenti Registrati].

Personalmente*non utilizzo molto questi software, ma quando ho la necessità di organizzare il lavoro o di creare un programma organico con tappe e questioni da affrontare preferisco*affidarmi a soluzioni complete ma semplici da utilizzare.
Una di*queste è la nuova Mindnote, un’applicazione molto interessante che permette la creazione di mappe o diagrammi per mezzo di*un’interfaccia estremamente*curata, ma semplice e immediata nell’utilizzo.

Inizialmente ci troveremo di fronte a*un’area bianca in cui, partendo dal primo nodo, inseriremo a cascata*le informazioni da includere in nodi leggermente più piccoli.
Tutti gli elementi potranno essere variati in un colpo solo con*la modifica rapida del tema, mentre potremo agire sui singoli elementi modificando i*font, lo*stile dei nodi, la tipologia di ramo da utilizzare, i colori, lo spessore delle linee (che in genere si assottigliano*man mano*che si aggiungono*informazioni), lo sfondo e la disposizione.

*
Ci sarà infatti*possibilità di variare la posizione*dei singoli elementi, sfruttando o i tre selettori in basso o la funzione smart, utile sopratutto quando non dovremo dare una disposizione*logica al grafico, ma sarà essenziale creare le varie diramazioni.

Nel caso in cui avessimo bisogno di gestire grafici molto estesi,*potremo,*con l’utilizzo di*una sorta di timeline, visualizzare*tutti i collegamenti e sfruttare un campo di ricerca per il rapido ritrovamento di un nodo, da modificare o eliminare direttamente dall’elenco. Riguardo alle impostazioni, invece, potremo scegliere il tema da utilizzare di default, impostare*il comportamento del nodo dopo la creazione, gestire alcuni*shortcode da tastiera (ad hoc per la soluzione) e impostare il servizio di sincronizzazione con il *cloud proprietario. Il programma è disponibile in esclusiva sul Mac App Store o sul sito [Contenuto visibile solo agli utenti Registrati] in versione free trial.
WP-Appbox: [Contenuto visibile solo agli utenti Registrati]