Apple annunciò l’uscita dell’HomeKit, il*sistema di automazione domestica, nel corso della*Worldwide Developers Conference 2014 e ora, esattamente un anno dopo, la Mela*presenta i primi prodotti. Si tratta di un paio di kit d’illuminazione costruiti dalla casa taiwanese Lutron e*l’Insteon Hub, un set*di controllo per*programmare*i diversi sensori domotici*attraverso un iPhone, prodotto dall’azienda californiana*Smartlabs. Durante il mese […]
Apple annunciò l’uscita dell’HomeKit, il*sistema di automazione domestica, nel corso della*Worldwide Developers Conference 2014 e ora, esattamente un anno dopo, la Mela*presenta i primi prodotti.

Si tratta di un paio di kit d’illuminazione costruiti dalla casa taiwanese Lutron e*l’Insteon Hub, un set*di controllo per*programmare*i diversi sensori domotici*attraverso un iPhone, prodotto dall’azienda californiana*Smartlabs.
Durante il mese di luglio, invece, saranno disponibili il*termostato intelligente di Ecobee, una presa elettrica smart di iHome, divisione della statunitense*SDI Technologies, e infine una serie di sensori domotici della tedesca Elgato.

*
Nel caso non tutti siano al corrente o non ricordino la presentazione*fatta un anno fa al WWDC, ricordiamo che*l’HomeKit permette ad aziende esterne a Apple di costruire applicazioni che interagiscano con ogni altro dispositivo che faccia parte del sistema.

Siri, dal canto suo, fa anche parte di questo apparato e ne controlla le funzioni. Ad ogni occorre*l’utilizzo di*un’Apple TV per poter controllare agevolmente tutti questi elementi quando si è fuori casa.
Il kit d’illuminazione Lutron, in vendita negli USA a 230 dollari, consente di accendere, regolare e spegnere le luci di casa, l’Insteon Hub (150 dollari) integra nel sistema tutti i suoi componenti elettrici*collegati, ossia interruttori, prese, termostati e lampadine.

Il termostato Ecobee, competitor di Google Nest, può essere azionato a distanza e costa 250 dollari.
Di iHome, che è una presa elettrica connessa con il Bluetooth e il Wi-Fi, non si conosce ancora il prezzo, mentre i sensori Elgato costano da 40 a 80 dollari e si connettono con un hub centrale denominato Eve. Con questi sensori sarà*possibile misurare la qualità dell’aria, monitorare*le condizioni meteorologiche, controllare i consumi energetici e accertarsi se porte e finestre siano chiuse o aperte.

Nei prossimi mesi è più che certo che siano presentati e messi in commercio molti altri prodotti all’interno dell’ecosistema domotico HomeKit, mentre i nuovi progetti di Apple in questo segmento saranno presentati la prossima settimana durante il WWDC. Il*tanto vociferato revamp di*Apple TV potrebbe essere fra questi.