WifiMapper, la nuova app sviluppata da OpenSignal, noto servizio che già fornisce mappe della copertura delle reti mobili e informazioni sulle condizioni meteo basate sulle informazioni inviate dagli utenti, come suggerisce il nome fornisce, a quanto sostengono gli sviluppatori, la posizione di ben 500 milioni di hotspot wi-fi in tutto il mondo e ne raccomanda per affidabilità oltre 2 milioni, grazie a un algoritmo che distingue le connessioni gratuite disponibili da quelle a pagamento.

WifiMapper

WifiMapper

Il punto di forza di WifiMapper, che lo differenzia dalle molte altre analoghe app, è l’associazione delle rilevazioni Open Signal con le informazioni che recupera da Foursquare, riuscendo a determinare da quale tipo di attività provenga il segnale wifi e quale ne sia l’estensione.

Dopo aver installato WifiMapper, occorre abilitarla per l’uso del GPS sullo smartphone e cercare i segnali verdi sulla mappa nei dintorni della posizione in cui si trova il telefono.

wifimapper-avrmagazine

Se si seleziona uno di questi punti, appariranno l’indirizzo anagrafico completo e altri dettagli relativi all’hotspot gratuito. Facendo tap sul nome della connessione si potrà sapere se vi sono dei limiti di tempo nel suo utilizzo, se occorre registrarsi, qual è la sua velocità e se si tratta di una rete sicura. Nel caso ci fossero problemi o avvisi da condividere e se la connessione non fosse gratuita è possibile comunicare immediatamente queste annotazioni a WifiMapper che provvederà a eliminarla dalla mappa o a correggere le informazioni.

wifimapper-avrmagazine

WifiMapper è completamente gratuita e attualmente disponibile solo per iOS,  e a breve sarà disponibile anche su Android .Gli utenti Android possono registrarsi sul sito per ricevere informazioni sulla data di uscita sulla piattaforma.