iPad è stato uno dei dispositivi che ha rivoluzionato la storia di Apple e della tecnologia in generale, lo conferma la stessa azienda con una nuova campagna pubblicitaria.

iPad 2015 avrmagazine 4

Da grande appassionato di iPad, posseggo diversi dispositivi e ho potuto apprezzare negli anni l’evoluzione del prodotto, a mio avviso, limitazioni comprese, qualche gradino superiore alla miriade di alternative sul mercato.

Ce chi lo utilizza in università per gli appunti o gestire la propria tesina, chi a lavoro, per far sfogliare un catalogo o gestire gli ordini, chi ne fa un uso da salotto, per Youtube, Facebook o la navigazione web. Sicuramente un dispositivo molto versatile, per via del display e delle caratteristiche tecniche, fortemente influenzato però dal rinnovo annuale e dalla tendenza ad essere sempre superato da iPhone o dallo smartphone di turno.

iPad 2015 avrmagazine 3

Nel mio caso, tralasciando la news a mio avviso ridicola considerando la strategia di marcketing adottata da Apple (l’azienda deve vendere e lo fa facendoci pensare all’indispensabilità nella vita quotidiana del dispositivo), ho notato che la tendenza ad usare iPad si riduce sia nei momenti in cui non abbiamo tempo sia nelle occasioni in cui la portabilità di iPhone vince su tutto. In linee generali, parlo della mia esperienza, l’utilizzo di iPad va diminuendo con il passare dei mesi dall’acquisto, con un numero maggiore di app installate e non utilizzate, giochi lasciati in sospeso e poi eliminati per liberare spazio e alcune app fondamentali (Scanner Pro, Pixelmator, VLC, Paprika, Evernote) necessarie per la mia quotidiana attività da studente.

Spot o no spot quindi l’acquisto è soggettivo, mentre è evidente la mancanza di hype su prodotto, attraente ma non fondamentale per l’utente medio.