Fra i dettagli mancanti nell’annuncio di Apple relativo alle specifiche del nuovo iPad Pro è stata la quantità di memoria RAM disponibile nel nuovo tablet.
iPad-Pro-RAM-avrmagazine-1

Si tratta di un’importante informazione per chiunque sia allettato dalle capacità di multitasking  di iPad Pro, anche perché molti utenti ritengono che una carenza di memoria RAM possa pregiudicare la possibilità di operare contemporaneamente su diverse app.

Un recente comunicato stampa emesso da Adobe in occasione dell’uscita, presentata ieri all’evento Apple, di Photoshop Fix avrebbe svelato l’arcano, specificando, secondo alcune fonti giornalistiche, che iPad Pro sarebbe dotato di 4GB di RAM.

Tuttavia, a un giorno di distanza, il comunicato di Adobe non riporta alcuna specifica di memoria. Apple non è mai stata particolarmente generosa in fatto di memoria installata sui propri dispositivi e, probabilmente, argomenterebbe che la quantità di memoria RAM non è tanto importante quando hardware e software sono così profondamente integrati fra loro.

Questo sembra tra l’altro essere plausibile, giacché iPhone funziona bene nonostante abbia avuto fino a ieri solo 1GB di RAM, raddoppiate in iPhone 6S, quando per la concorrenza androidiana sembra che 4GB sia appena il minimo indispensabile per il multitasking.

iPad-Pro-RAM-avrmagazine-2

Il fatto più interessante, però, è per qual motivo Adobe ha modificato il suo comunicato stampa? È evidente che sia Apple a tirare i fili, arrivando persino a stabilire ciò che una cosiddetta terza parte possa o non possa comunicare alla stampa.

D’altra parte la convinzione, condivisa da molti, che la quantità di RAM sia sempre fondamentale nel determinare la qualità di un dispositivo è un comune pregiudizio.

A maggior ragione le prestazioni dell’iPad Pro presentato mercoledì sera sembrano essere molto più valide di quelle del Microsoft Surface Pro con il doppio della memoria.

In ogni caso bisognerà aspettare il benchmark ufficiale per avere una risposta definitiva.