Private Area, l’ultima frontiera della sicurezza su iPhone e iPod Touch

Testando molto spesso applicazioni per iPhone dedite alla conservazione dei dati mediante un archivio protetto da password, uno dei difetti maggiori che puo’ pregiudicare un acquisto o un eliminazione istantanea è l’interfaccia grafica, un fattore puramente estetico, ma di estrema importanza.Private-Area-applicazioni-iPhone-avrmagazine

Provando per alcune ore Private Area, sviluppata e distribuita da Alessio Vinerbi, uno dei fattori cardine che caratterizzano tale applicazione è l’utilizzo di una buona struttura estetica che, andandosi ad unire con delle features molto interessanti, inerenti alla conservazione e alla criptazione dei nostri dati, raggiunge un ottimo equilibrio fondamentale per una piattaforma di successo.Private-Area-applicazioni-iPhone-1-avrmagazine

Entrando nello specifico, una volta avviata Private Area, dovremo inserire la nostra password personale che ci darà accesso ad menù principale, in cui: configurare un anuova chiave di sicurezza, visualizzare gli intrusi che hanno cercato di aprire il nostro archivio o accedere ai file contenuti all’interno dell’applicazione. Scelta quest’ultima variante, ci verrà presentata un interfaccia abbastanza minimale e di gran effetto dove: mediante uno swipe verso destra, avremo acceso alle varie categorie di file, mentre con uno swipe verso sinistra, ai comandi con i quali amministrare l’intera applicazione.Private-Area-applicazioni-iPhone-2-avrmagazine

Analizzando le varie aree in cui potremo conservare i nostri file, avremo:

  • Note, Voci, Foto, Video e Contatti, nelle quali archiviare dati e file importati o da iTunes o da Dropbox;
  • Siti Web, in cui eseguire ricerche in tutta sicurezza, mediante l’utilizzo di un browser scattante e veloce;
  • Mappe, in cui ricercare una posizione o un determinato luogo su una cartina;
  • Preferiti, in cui ritroveremo i nostri file preferiti utilizzati la maggior parte dell volte;
  • Ed, infine, Cestino, l’ultima area dedita ai file eliminati dall’archivio.

Riguardo, invece, il pannello Comandi, qui troveremo le funzioni:

  • Nuovo, per la creazione rapida di un documento o di un appunto;
  • Trova, comando necessario per il ritrovamento di un file all’interno di Private Area;
  • Selezione e Importa, con i quali amministrare i vari file;
  • Intrusi, necessario per la visualizzazione di tutti coloro che utilizzano l’applicazione senza il nostro consenso;
  • Ed, infine, Impostazioni, in cui avremo la possibilità di gestire i settaggi inerenti all’intera piattaforma.

Private-Area-applicazioni-iPhone-3-avrmagazine

Concludendo la mia recensione, sono rimasto estremamente soddisfatto di Private Area 2013; davvero un’ottimo software che, nella sua ultima versione, ha raggiunto grandi livelli.

Private Area è disponibile su App Store per iPhone e iPod Touch. (Compatibile con iPhone 5 e iPod Touch di quinta generazione).

Private Area (AppStore Link) Private Area
Sviluppatore: Alessio Vinerbi
Voto: 17+4
Prezzo: 0,99 € Download App Store