Microsoft Send è una nuova app della squadra di Microsoft Garage. L’azienda definisce Microsoft Send come una soluzione per email “dentro e fuori” che si basa sulla semplicità e sulla brevità. Microsoft Send sembra molto di più un’app messaggistica di quanto non assomigli a un tipico client email.

Microsoft Send

Microsoft Send

In pratica Microsoft Send è un revamping di di Flow, un client email per iPhone piuttosto leggero, che associa le caratteristiche tipiche della gestione delle mail con quelle della chat. Microsoft Send è rapido, fluido e consente conversazioni immediate, quasi parlate: nessun oggetto, saluti o firme.

Send è stato sviluppato per conversazioni veloci, leggere in tempo reale. Grazie a questo client, infatti, si possono iniziare conversazioni con contatti di cui si conosce l’indirizzo mail, senza scambiarsi la tradizionale sequela di mail, utilizzando un’interfaccia simile a quella delle app di messaggistica istantanea. Le mail sono comunque sempre presenti nel proprio account.

Microsoft Send ti offre un’esperienza semplice e veloce, simile a quella dei messaggi di testo, permettendoti di raggiungere tutti i colleghi di lavoro e mantenendo comunque tutte le comunicazioni all’interno di Outlook per futuro riferimento

Microsoft-Send-avrmagazine-2

Qui sopra è riportato un commento postato ieri sul blog aziendale di Office. L’app può solo essere utilizzata dagli utenti di Office 365 per scuola o aziende ed è fortemente integrata in quella piattaforma. Chi ha un account email di Outlook.com o di Gmail non potrà avere molto a che fare con questa applicazione.

Microsoft Send si appoggia a Office 365 per rintracciare i contatti a cui si è scritto di recente e più frequentemente. In Microsoft Send non si vede l’inbox completo, l’app contiene solo le conversazioni che vi sono state iniziate. Per email più lunghe occorrerà passare su Outlook o su una delle app che gestiscono le mail in mobilità.

Con Microsoft Send non sono richiesti né firme, né soggetti, né, tantomeno, saluti. L’ispirazione di questo progetto deriva dall’esigenza di avere conversazioni rapide e fluide, riguardanti le persone con le quali si è a più stretto contatto.

Microsoft-Send-avrmagazine-3

È persino possibile vedere quando l’interlocutore sta digitando, che non è di certo un’abitudine per i client email, quanto piuttosto per applicazioni messaggistiche come Skype o Whatsapp. Diversamente da quanto è accaduto con il penultimo progetto di Microsoft Garage , questa realizzazione sarà anche disponibile su Windows Phone e Android. Per il momento, purtroppo, Microsoft Send è disponibile solo i USA e Canada e non è chiaro se sarà anche resa disponibile nel resto del mondo.

Fonte | blogs.office.com