Apple presenta macOS Sierra, la nuova versione del sistema operativo desktop made in Cupertino che si aggiorna con molte novità inerenti l’aspetto funzionale e le prestazioni del SO.

macos sierra avrmagazine4

Apple si è concentrata molto sull’implementazione di Continuity e l’interazione del sistema con i dispositivi iOS e WatchOS. Si inizia dallo sblocco, automatico se si possiede un Apple Watch al polso correttamente configurato. Si procede poi con la clipboard, ora universale e capace di portare i contenuti copiati anche su iOS e viceversa. La funzione è disponibile mediante connessione WiFi ed è istantanea.

Interessante l’archiviazione selettiva dei file su iCloud, per liberare spazio sul disco fisso spostando i file più vecchi sulla nuvola, e tutte le novità legate ad Apple Pay. Il servizio può essere utilizzato anche per gli acquisti online, mediante Continuity e la scansione dell’impronta con il Touch ID di iPhone o iPad.

macos sierra avrmagazine1

macOS Sierra per mette l’organizzazione della scrivania con Tab che verranno create in automatico all’apertura di nuove finestre della stessa app, mentre è possibile visualizzare video da qualsiasi fonte compatibile in modalità picture in picture, anche chiudendo Safari.

macos sierra avrmagazine2

Tra le novità più interessanti spicca sicuramente Siri, ora implementato con il sistema e capace di riconoscere comandi di qualsiasi genere, per la ricerca dei contenuti sul disco o sul web e l’utilizzo di alcune funzioni specifiche.

macOS Sierra è attualmente disponibile per gli sviluppatori, mentre potrà essere scaricato ufficialmente e gratuitamente dal Mac App Store del prossimo autunno.