OS X El Capitan, presentato da Apple alla WWDC 2015, è il nuovo sistema operativo per Mac che migliora e amplia le nuove funzionalità di Yosemite.

OS X El Capitan avrmagazine 1
Stilisticamente non si riscontrano grandi cambiamenti, a parte l’introduzione del nuovo font San Francisco. Interessante, invece, appare la scelta di rinnovare il Mission Control e di agire sui servizi di sistema, in parte rivisti per consentire una migliore esperienza di utilizzo.

Il Mission Control ha ottenuto una migliore organizzazione delle finestre, che può affiancare e organizzare automaticamente, in modo tale da garantire flussi di lavoro ininterrotti e il massimo utilizzo dello spazio.

OS X El Capitan avrmagazine 4

Spotlight è in grado di effettuare ricerche avanzate con indicazioni specifiche sul sistema, sul web e su tutte le piattaforme connesse al computer. Può inoltre rispondere a domande poste in linguaggio naturale, fornendo contenuti ad hoc in tempo reale.

Le novità introdotte in Mail e Safari sono molto interessanti. Per quanto riguarda il programma di posta elettronica, la modalità a schermo intero permette una migliore gestione di molteplici caselle e messaggi.

Nel browser spiccano nuovi strumenti per la gestione delle schede, tra cui la loro archiviazione momentanea e la gestione remota dei contenuti multimediali.

OS X El Capitan avrmagazine 2

Anche le prestazioni segnano un notevole miglioramento.

L’introduzione di Metal permette il rendering di contenuti con un’efficenza superiore al 40% rispetto a Yosemite, consentendo lo sviluppo o il riadattamento di titoli con architetture molto complesse.

Questo migliora anche molti aspetti del sistema, consentendo un’ulteriore ottimizzazione delle animazioni e dei tempi di apertura.
Il sistema operativo è attualmente disponibile in Beta per gli sviluppatori iscritti al programma Developer.

Il rilascio ufficiale è invece previsto per l’autunno prossimo.