Periscope ha recentemente distribuito la sua prima app per Android, ma il 4 giugno ha presentato una nuova versione iOS per gli utilizzatori dell’iPhone con una funzione di ricerca degli stream molto migliorata che, come riferisce il changelog, consente di “esplorare le trasmissioni in diretta in giro per il mondo su una mappa zoomabile.”

periscope-maps-avrmagazine

Questa funzionalità è disponibile per ora solo su iPhone e dovrebbe essere implementata per Android solo in un secondo tempo.

Nell’app compare, visualizzabile in una mappa, una serie di stream localizzati geograficamente e non più soltanto in forma di elenco.

Questa configurazione dovrebbe facilitare molto la ricerca e l’individuazione dei diversi stream, soprattutto per quanto riguarda la diffusione di notizie urgenti o in località particolarmente significative per gli utenti del servizio.

Quest’aggiornamento permette di rivedere immediatamente parti della trasmissione, senza dover necessariamente attenderne la fine, e anche di poterne condividere i link su Twitter.

Ad ogni modo resta sempre presente la possibilità di cancellare il replay della cronologia in ‘Home’.

Fino a questo momento le opportunità di ritrovare uno stream che non si era potuto seguire sono state veramente scarse in mancanza del tweet di trasmisssione originario.

periscope-maps-avrmagazine

Periscope, infine, è stato tradotto in 29 lingue: Inglese, Giapponese, Spagnolo, Francese, Italiano, Tedesco, Coreano, Russo, Turco, Portoghese, Olandese, Indonesiano, Cinese Semplificato, Danese, Finlandese, Polacco, Norvegese, Svedese, Thailandese, Arabo, Ceco, Ebraico, Hindi, Ungherese, Malese, Rumeno, Cinese Tradizionale, Ucraino, Vietnamita.

Periscope è disponibile gratuitamente su App Store, necessita iOS 7.1 o versioni successive ed è compatibile con iPhone, iPad e iPod touch. L’app è ottimizzata per iPhone 5, iPhone 6 e iPhone 6 Plus.