Nel 2008  la Apple annunciò e mise a disposizione dei propri utenti un servizio online di condivisione dati chiamato MobileMe.   Nel 2011, con il rilascio del firmware iOS5, la casa di Cupertino lancia iCloud che va a sostituire MobileMe. iCloud è un database online su cui ogni utente Apple , registrato a tale servizio, può salvare i propri dati personali che verranno automaticamente sincronizzati su tutti i device Apple in possesso dell’utente. La differenza fra i due database è che mentre MobileME permetteva la sincronizzazione soltanto dei contatti, delle mail e dei calendari, iCloud invece amplia tale servizio anche alla musica, alle foto, ai video e a qualsiasi applicazione scaricata dall’Appstore. Ciò ci facilita notevolmente la vita evitandoci di dover sincronizzare ogni dispositivo collegandolo via cavo ad iTunes ma facendo il tutto solo disponendo di iCloud e connessione ad internet.

I servizi di iCloud sono gratis fino a 5 GB di memoria disponibile. Se necessitate di più spazio potete pagare 20 euro per 15 GB , oppure 40 euro per 25 GB e se non vi bastano nemmeno questi allora vi rimangono i 55 GB per 100 euro. Il pagamento del servizio è annuale.

Vi lasciamo alla nostra Videorecensione