Microsoft ha ufficialmente lanciato Cortana per iPhone e dispositivi Android negli Stati Uniti e in Cina, proponendo una versione alternativa e limitata del proprio assistente virtuale.

Cortana applicazioni per iphone avrmagazine 1

L’evoluzione degli assistenti virtuali è costante e la loro affinità con i sistemi operativi in cui sono nativamente integrati è fondamentale, per garantire un’esperienza eccellente a tutti gli utenti che ne fanno uso abitualmente o che si divertiranno ad utilizzarlo in rari momenti con gli amici.

C’è di fatto che molti ancora non utilizzano gli assistenti virtuali (Siri su iPhone, Cortana su Windows Phone e Google Now su Android) abitualmente, e nei momenti in cui lo fanno pretendono un’esperienza unica e commisurata alle potenzialità del dispositivo utilizzato.

Cortana sarà mai capace di soddisfare l’utenza iOS e Android quanto quella Windows Phone? E’ quello che nelle ultime ore si stanno chiedendo milioni di appassionati e tester della nuova Cortana, rilasciata gratuitamente sulle versioni statunitensi e cinesi del Play Store e di App Store.

L’assistente virtuale vive le restrizioni dettate dai due sistemi operativi, soprattutto su iPhone, dove non è possibile utilizzare molte delle funzioni che richiedono l’utilizzo di alcune risorse del SO.

cortana-applicazioni-per-android-avrmagazine-4

iPhone, infatti, non supporta il comando Hey Cortana e le funzioni legate alla ‘task continuation’, presenti sui dispositivi Android grazie alla piattaforma Cyanogen e capaci di sincronizzare alcune informazioni con tutti i dispositivi connessi con lo stesso account Microsoft e che fanno uso di Windows 10.

Cortana è compatibile con Android 4.1.2 o successivi e iPhone con iOS 8 o superiori, mentre può essere scaricata negli store USA e in Cina. Attualmente non abbiamo notizie ufficiali sul rilascio dell’applicazione in Europa.