Alla presentazione di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, uno degli aspetti più criticati fu la scocca, ‘appesantita’ dalle bande in plastica poste sul retro del dispositivo.

Apple brevetto alluminio

Applequindi, ha deciso di brevettare uno speciale materiale simile all’alluminio anodizzato che non isola i componenti interni, permettendo il corretto funzionamento delle antenne anche senza le classiche bande in gomma plastificata.

Questo sarebbe l’ideale per creare una forma ancora più sottile e uniforme, come dichiarato in una nota del brevetto.

“Una sfida, che permetterà di mantenere un aspetto elegante e coerente al resto della scocca metallica, alloggiando comunque al suo interno componenti elettrici di vario genere”.

Eliminando l’utilizzo di plastica, vetro e gomma, Apple potrebbe di conseguenza sfruttare l’intera superficie posteriore del dispositivo, aumentando l’area su cui installare le antenne e ottimizzando la gestione dello spazio interno, da sfruttare per componenti diversi.

Apple brevetto alluminio

Il risultato, sui modelli attuali, dovrebbe essere simile a quello della foto in alto, con una superficie liscia che ricorda gli iPod touch di quinta generazione. Apple però potrebbe mantenere le bande come simbolo distintivo, non intervenendo sullo stile, che riscuote sempre molto successo, e sfruttando il materiale per ottimizzazioni esterne riguardanti la connettività..

Inoltre, non dimentichiamo gli altri dispositivi in catalogo, come l’iPad o il Macbook: il primo acquisterebbe uno stile unico sia nella versione 3G + WiFi sia in quella solo WiFi, il secondo avrebbe una scocca unica, senza la classica barra in metallo posta tra la tastiera e lo schermo. La struttura dell’Apple Tv e dell’iMac potrebbe invece essere realizzata interamente in metallo, compreso anche il classico logo della mela.