Nel complicato e vasto mondo delle applicazioni di messaggistica instantanea, Samsung Electronics prova a ritagliarsi un suo posto e lo fa pubblicando gratuitamente sul Market Android l’applicazione ChatON.

L’applicazione ha un funzionamento del tutto simile alla sua concorrente più famosa, Whatsapp, basandosi solo sul numero di cellulare e non necessitando di registrazione. L’app infatti al primo avvio ci chiederà di inserire il numero di cellulare per poter essere contattati da tutti i nostri contatti presenti in rubrica che hanno installata l’applicazione.

 

L’app si divide in tre schermate:

  • Amici: dove verranno mostrati tutti i nostri contatti che possiedono ChatON divisi per categorie e ordine alfabetico.
  • Chat: dove troveremo tutte le nostre conversazioni divise per utente.
  • Pagina Personale: dove possiamo andare a modificare il nostro profilo, aggiungendo messaggi, data di compleanno e visualizzare le persone contattate più frequentemente.

 

La personalizzazione dei messaggi è molto buona in quanto possiamo allegare vari tipi di emoticons, immagini, video posizioni ed anche interessanti messaggi animati. È presente un indicatore numerico affianco al messaggio che indica se il messaggio è stato letto oppure no, se è una conversazione multipla l’indicatore diminuirà per indicare quanti destinatari ancora non hanno letto il messaggio.

Utilissima la funzione trunk che permette di visualizzare tutti i media che sono stati condivisi con un contatto, senza dover andare a cercarli nella cronologia della conversazione.

 

La ricezione dei messaggi è pressoché immediata, non ci sono lag ed è molto utile la funzione di push notification che accende lo schermo mostrando un’anteprima del messaggio (utilissima nei telefoni privi di led di stato come il Samsung Galaxy S2).

 

Ad oggi il principale difetto di questa applicazione è la scarsa diffusione, complice il duplice fatto di essere un’applicazione solo per dispositivi android (anche se è in cantiere un porting su iOS) e di essere entrata in un mercato già praticamente saturo visto il numero di applicazioni del genere presenti. Se con un po’ di fortuna riuscirà ad espandere il suo pubblico riteniamo che potrebbe diventare un’ottima applicazione alternativa rispetto al suo, seppur poco, costoso grande concorrente.