Negli ultimi anni sono state per lo più case di produzioni cinesi a fornirci alternative più o meno valide agli smatphone android costosi e un po’ modaioli come gli iPhone 6s e i Samsung Galaxy Serie S. Oppo con il suo nuovo Mirror 5  prova a dare quel tocco in più ai dispositivi cinesi proponendo un design fresco ed innovativo.

Oppo Mirror 5

Molteplici sono gli aspetti di questo telefono che richiamano gli altri già citati prima: le linee pulite e rifinite al laser sono quelle dell’iPhone 5/5s, i colori invece sono i due storici dei Samsung Serie S (ai quali ora se ne sono aggiunti altri, ma il blu zaffiro e il bianco restano).

Ma ciò che fa davvero la differenza è la particolare forma del vetro posteriore. Il materiale è sagomato e tagliato in un modo che ricorda le sfaccettature del diamante. L’effetto è piacevolissimo e gli conferisce davvero un tocco di originalità in più, oltre che un aspetto curato e davvero di categoria superiore.

Per quel che riguarda le specifiche di questo nuovo “diamondphone“, volendo citare le parole esatte con le quali è stato presentato pochi giorni fa il nuovo Oppo Mirror 5, delineano un dispositivo di fascia media, dotato di processore quad-core Snapdragon 410 da 1,2 Ghz, memoria ram da 2giga e memoria interna da 16giga. Il sistema operativo è dedicato, si tratta del ColorOS 2.1 ovvero la versione di Android 5.1 in chiave Oppo.

Le due fotocamere di Oppo Mirror 5, anteriore e posteriore, saranno rispettivamente di 5 e 8 megapixel. Le novità più interessanti per le nostre foto saranno la possibilità di fotografare con doppia esposizione e quella di girare video oppure GIF in timelapse. Come da copione la batteria non sarà estraibile e dovrebbe rispettare gli standard medi del momento, rimanendo in linea con il mercato dei “colossi” americani e coreani.

Il Mirror 5 uscirà a breve in quindici paesi, di cui l’Italia non farà subito parte, con un prezzo ancora in fase di definizione. Di sicuro il rapporto qualità/prezzo sarà simile a quello degli altri concorrenti della medesima categoria, non differenziandosi di molto da quelli che sono i prezzi medi degli smartphone cinesi. Infine è già stata annunciata l’uscita dell’ Oppo Mirror 5S, ancora una volta come vuole la tradizione in uno stile similissimo a quello di Apple, la cui caratteristica aggiuntiva fondamentale sarà l’ottimizzazione per le reti LTE.