Il Wall Street Journal ha riportato la notizia secondo la quale il famoso laboratorio di Amazon Lab126, a cui si deve lo sviluppo di dispositivi come il lettore di libri elettronici Kindle, il telefono Fire Phone  e Amazon Echo, avrebbe mandato a casa diverse decine di ingegneri.

Uno dei prodotti sviluppati nell'Amazon Lab126

Uno dei prodotti sviluppati nell’Amazon Lab126

L’unica magra consolazione, almeno per la stampa specializzata, che deriva da questa spiacevole situazione e che forse ora sarà possibile sapere qualcosa di più a proposito di prodotti più o meno segreti a cui i tecnici licenziati stavano lavorando.

Dalle prime indiscrezioni emergono tre progetti ai quali l’Amazon Lab126 starebbe ancora lavorando. Sempre secondo quanto risulta al Wall Street Journal il primo progetto curato dall’Amazon Lab126 riguarderebbe un computer da cucina, denominato in codice Kabinet.

Questo dispositivo dovrebbe essere stato progettato per fungere da hub per una abitazione connessa alla rete di Internet e che dovrebbe essere in grado di ricevere ordini vocali in vista di compiti come l’ordinazione di prodotti acquistabili su Amazon.com.

Amazon-Lab126-avrmagazine-2

Il secondo progetto riguarda il famoso lettore di libri elettronici Kindle di cui si starebbe lavorando su un modello dotato di una batteria che sarebbe in grado di avere due anni di autonomia.

Gli ingegneri del Lab126 sostengono anche di sperare di produrre una batteria per i lettori Kindle che dovrebbe essere capace di durare fino a due anni dopo una singola carica, rispetto all’attuale capacità che va dalle sei settimane ai due mesi.

Amazon-Lab126-avrmagazine-3

Il terzo progetto, infine, dovrebbe essere quello di un tablet dotato di uno schermo tridimensionale autostereoscopico, simile a quello adottato dalla console Nintendo 3DS con display in 3d. Questo dispositivo dovrebbe riprodurre

immagini che sembreranno spuntare fuori davanti all’utente senza che questi debba indossare alcun tipo di occhiali speciali.

Pure interessanti sono i dispositivi aui quali l’Amazon Lab126 ha smesso di lavorare. l’azienda di Jeff Bezos interromperà o rallenterà alcuni progetti tra cui sono inclusi un tablet da 14 pollici denominato in codice Progetto Cairo, un proiettore dal nome in codice di Shimmer e uno “smart stylus” denominato Nitro che avrebbe dovuto convertire la scrittura a mano in elenchi digitali della spesa da fare ovviamente su Amazon.com.

Amazon-Lab126-avrmagazine-5

Inoltre Amazon dovrebbe anche avere accantonato l’idea di produrre altri smartphone, dopo l’insuccesso del Fire Phone, infatti, altri progetti analoghi sarebbero stati definitivamente accantonati

Fonte | The Wall Street Journal