A quattro giorni dal lancio del nuovo top di gamma di Motorola, le indiscrezioni al riguardo del ben più che atteso Moto X impazzano, risultando tra l’altro credibili e con ogni probabilità pure fondate. Proprio poche ore fa, infatti, su diverse pagine facebook e twitter sono apparse alcune foto che annunciano l’aspetto dello smartphone in uscita.

in uscita il Motorola Moto X

Come già detto, ma dobbiamo ovviamente sottolinearlo, quanto segue sono solo supposizioni fondate su fotografie e rumors che costellano il web adesso che il conto alla rovescia per il Moto X è ormai agli sgoccioli. A prima vista, data la pubblicazione di alcune foto piuttosto chiare, il nuovo telefono di punta della Motorola parrebbe essere appartenente alla categoria phablet.

Il design è riconoscibilissimo, tipico della serie nata nel 2013 e alla quale appartiene anche il nascituro, sebbene naturalmente ci siano delle novità riguardo il case. È presente il flash anche accanto la fotocamera frontale, non più soltanto a quella posteriore, così da poter garantire autoscatti chiari e luminosi anche con scarsità o assenza totale di luce.

Quel che però balza subito all’occhio è la dimensione con la quale hanno deciso di far uscire il Moto X. Motorola ha fatto sì di allinearsi con i 5,5 pollici tanto in voga al momento, essendo questa l’era dei phablet e degli smartphone il più grandi possibile.

Chi dovesse però preferire una taglia più piccola per il proprio smartphone non deve ad ogni modo disperare: a quanto pare sarà annunciata e rilasciata poco dopo il lancio del Moto X una versione “sport” più piccola e maneggevole. Anche questa attenzione è ormai tipica di quasi tutti i maggiori brand del momento che rilasciano il proprio modello di punta in più di una dimensione.

In ultimo, le indiscrezioni terminano con accenni vari al processore e alcuni altri dettagli interessanti. Il Moto X sarà ovviamente Android, ma questo già si sapeva, e dotato di processore esa-core Snapdragon 808, la fotocamera posteriore sarà di 21 megapixel ed in prossimità dell’altoparlante frontale inferiore sarà presente un sensore di riconoscimento per le impronte digitali.

Ma per notizie più sicure ed esaustive dovremo aspettare con pazienza il 28 luglio, soltanto allora tutti i dubbi e le aspettative in merito verranno dipanati.