Jolla, dopo il lancio del suo primo smartphone, ha aperto i preordini del nuovo Jolla Tablet, un dispositivo che utilizza un comparto hardware molto interessante e il Sailfish OS, ormai arrivato alla versione 2.0.

Jolla Tablet avrmagazine 3

Spesso 8,3 mm, il Jolla Tablet è caratterizzato da un design unico, con bordi arrotondati ai lati e superfici metalliche che ricoprono la parte superiore ed inferiore del dispositivo.

Il display da 8 pollici è IPS, quindi permette una buona visibilità dei contenuti anche ad angolazioni estreme. La risoluzione è di 2048 × 1536 con una densità di pixel pari a 330ppi. Un rapporto densità/risoluzione che, secondo quanto dichiarato dall’azienda, rende lo schermo di Jolla Tablet migliore rispetto a qualunque iPad o dispositivo Android in commercio.

Il processore è un Atom Z3735F che utilizza l’architettura Quad Core a 64 bit, con una frequenza di clock pari a 1.8 GHz. L’azienda ha, inoltre, equipaggiato la motherboard di Jolla Tablet con 2 Gb di RAM e con una memoria di archiviazione da 32 o 64 Gb.

 

Jolla Tablet avrmagazine 2

La batteria è da 4450 mAh, mentre le fotocamere, la frontale e la posteriore, sono rispettivamente da 2 e da 5 megapixel, entrambi capaci di filmare video in full HD.

Sailfish OS è il sistema operativo erede di Meego, basato su piattaforma Linux e forte di un’attiva community, pronta a fornire suggerimenti e riscontri, che verranno poi dal team di sviluppo ed implementati nelle successive versioni.

Jolla Tablet avrmagazine 1

Jolla Tablet può essere prenotato a 267 euro se si sceglie la versione da 32 Gb o a 299 euro se si vuole acquistare il modello da 64 Gb. Entrambi sono disponibili sul sito Jolla.