Ultimamente il futuro della linea di dispositivi Nexus sembrava piuttosto incerto: Google aveva diffuso dati non proprio incoraggianti a proposito delle vendite e dava l’impressione di aver abbandonato definitivamente l’idea di continuare a produrre dispositivi standard, ma affidabili, pensando piuttosto a modelli di gamma più alta.

lgg4-avrmagazine

Tuttavia, contrariamente a tutte queste premesse, alcune indiscrezioni, raccolte come al solito dall’informatissima rivista Android Police, ipotizzerebbero l’intenzione da parte di Mountain View di sparigliare l’offerta Nexus non solo con uno, ma addirittura con due nuovi smartphone, che dovrebbero uscire sul mercato nel prossimo mese di ottobre.

Le “fonti affidabili” citate da Android Police parlano di una futura partnership di Google, per la continuazione del programma Nexus, con due produttori diversi. Il primo è LG, con cui si dovrebbe coordinare la produzione di un dispositivo da 5,2 pollici, denominato in codice Angler. Il secondo dovrebbe essere Huawei, con cui si dovrebbe collaborare per la messa in commercio di un phablet da 5,7 pollici, il cui nome in codice sarebbe Bullhead.

Dalle descrizioni emerse finora, con l’LG Angler si verificherebbe una sorta di ritorno alla filosofia elementare del Nexus 5, già prodotto in collaborazione con LG. L’Angler dovrebbe avere uno schermo da 5,2 pollici e una batteria da circa 2700mAh. Non si hanno notizie sicure su capacità e tipo di processore impiegato, ma si parla dello Snapdragon 808, lo stesso di tipo di chip hexa-core presente nell’LG G4 .

Il tablet Nexus 9

Il tablet Nexus 9

Il Huawei Bullhead sembra essere più simile al Nexus 6, dotato di uno Snapdragon 810 e di una batteria più sostanziosa, con 3500mAh. Le attese per un nuovo tablet Nexus, invece, molto probabilmente andranno deluse, dal momento che, secondo le fonti citate, la linea Nexus sarà completata dal Nexus 9, modello di tablet già in produzione.

Recentemente Google, citando il Nexus 6 come esempio, ha comunicato che l’introduzione di dispositivi con lo schermo più grande avrebbe già contribuito ad aumentare la sua penetrazione nel segmento business.