RPG REON: Strategy Defense, un tower defense fuori dal comune per Android e iPhone/iPad

Sviluppato da Ganesan Valethyan con Unity 3D, RPG REON è un tower defense molto particolare che si distingue dagli altri titoli dello stesso genere. Vediamo insieme perché.

rpg_reon-iphone4_android-avrmagazine

Grafica e Caratteristiche

A differenza della maggior parte dei tower defense dove dobbiamo posizionare lungo un percorso una serie di unità d’attacco, in questo titolo le meccaniche sono molto diverse.

rpg_reon3-iphone_android-avrmagazine

Infatti avremo a disposizione un’arma principale costituita da una balestra gigante, con cui potremo attaccare le varie ondate di nemici e sul terreno di scontro potremo posizionare delle singole unità che saranno più simili a degli eroi che a delle pedine normali. Per farvi capire meglio, basti pensare che è possibile posizionare una sola unità per tipo, un po’ come se avesse qualche caratteristica particolare.

Durante ogni partita questi “eroi” saranno del tutto statici e potranno agire solo se un nemico si avvicinerà alla loro zona d’attacco. Lo spadaccino per esempio, una volta caricato il suo attacco, colpirà il nemico che gli arriverà davanti.

rpg_reon2-iphone_android-avrmagazine

Come di consueto sono disponibili vari potenziamenti per la nostra balestra e per la nostra base in più potremo sbloccare nuovi tipi di unità man mano che avanzeremo nel gioco.

Conclusioni

RPG Reon è un titolo ben realizzato e non mi sento di criticare troppo le lacune grafiche, perché sviluppare un gioco in autonomia senza nessun supporto esterno non è impresa facile.

Pro

  • Idea originale.

Contro

  • Il gioco crasha qualche volta di troppo.

RPG REON: Strategy Defense è disponibile su Google Play Store per Smartphone e Tablet Android e su App Store per iPhone, iPad e iPod Touch.

RPG REON - Strategy Defense Battle Camp (AppStore Link) RPG REON - Strategy Defense Battle Camp
Sviluppatore: Ganesan Velayathan

Voto: 9+5
Prezzo: Gratuiti Download App Store

The app was not found in the store. 🙁