Per l’ennesima volta, un altro produttore di orologi analogici ha deciso di entrare nell’agone del mercato degli smartwatch.

Fossil Smartwatch

Fossil Smartwatch

Si tratta dell’americano Fossil che ieri, durante la Intel Developer Conference che si tiene dal 18 al 20 agosto a San Francisco, ha mostrato al pubblico della keynote della manifestazione un accenno del suo futuro smartwatch. 

Presentato da Gregg McKelvey, vice presidente esecutivo e direttore del marketing e delle strategie del gruppo Fossil, il dispositivo Android Wear dell‘azienda texana, con la sua forma tondeggiante, assomiglia molto allo smartwatch di Motorola, il Moto 360.

Anche il nuovo smartwatch di Fossil, tra l’altro, sembra soffrire dello stesso problema che affligge anche il dispositivo di Motorola, ossia la presenza, al fondo del display, di un piccolo settore di schermo che non presenta alcuna informazione.

 

Fossil-Smartwatch-avrmagazine-5

Nel settembre dell’anno scorso Intel e Fossil avevano annunciato la partnership che ha dato origine al dispositivo Android Wear, finora senza ancora un nome, che dovrebbe essere messo in vendita nel prossimo mese di ottobre. 


La casa di Richardson ha anche previsto l’uscita di una linea completa di altri wearable, un braccialetto connesso e un orologio connesso (che però non sembra essere un vero e proprio dispositivo Android Wear) che saranno disponibili sul mercato per il periodo degli acquisti natalizi.

 

Fossil-Smartwatch-avrmagazine-3

Peraltro, nessuna informazione concernente il prezzo di vendita o la durata della batteria è stato comunicato durante la presentazione. 

Tutto ciò di cui per il momento siamo a conoscenza è che dentro la cassa del nuovo smartphone Fossil ci sarà un processore Intel e non il classico processore Snapdragon 400 che in questi ultimi mesi era diventato più che altro un sistema su circuito integrato da dispositivi Android Wear che non da smartphone.

Fossil-Smartwatch-avrmagazine-2

Non sorprendentemente Fossil si unisce a una folta schiera di altri competitori dell’Apple Watch: un bel numero di dispositivi Android Wear, infatti, sono attesi sul mercato prima della fine dell’anno.

Avevamo già riportato, in precedenti articoli, dei progetti di marchi elvetici blasonati come Tag Heuer, Mondaine e Withings , per non parlare, ma in questo non si tratta di uno smartwatch Android Wear, del bizzarro ibrido fra l’Apple Watch e un orologio analogico tradizionale presentato da Nico Gerard.